Le nostre qualità secondo Stefano Bilotti di Engineering

Le nostre qualità secondo Stefano Bilotti di Engineering
Lunedì, 26 Giugno, 2017

Engineering è un’azienda leader in Italia nel settore delle tecnologie dell'informazione con sedi in Italia, Spagna, Belgio, Germania, Repubblica di Serbia, America Latina (Brasile e Argentina) e Stati Uniti.
Abbiamo intervistato Stefano Bilotti, Project Manager BU Telco di Engineering.

Cosa apprezza di IT Global?
Ho conosciuto Emilio Turco qualche anno fa e da allora ho avuto modo di apprezzare sia lui, sia l’azienda che ha fondato. Credo che Emilio e i suoi ragazzi abbiano una dote importante: sanno ascoltare e sono attivi nel trovare soluzioni efficaci, che di volta in volta fanno la differenza.

Ci sono altri aspetti che ritiene importanti?
Il team It Global conosce la parola empatia intesa da un lato come capacità di comprendere l’altro, dall’altro anche come capacità di saper soffrire insieme.
Quando c’è un obiettivo da raggiungere sono capaci di fare squadra vera, di metterci il massimo impegno e di sacrificarsi pur di arrivare al risultato.

Quali doti deve avere, secondo lei, il perfetto fornitore?
Deve essere in grado di prevenire le esigenze del suo cliente. E soprattutto deve modulare la sua offerta in base a quanto gli viene richiesto, senza approcci preconfezionati, ingegnandosi anche nella ricerca di soluzioni nuove, mai esplorate prima.
Senza queste doti un fornitore non può fare la differenza.

In questo momento cosa sta apportando It Global alla sua azienda?
Federico Turati di It Global sta integrando il nostro team per la realizzazione di alcuni progetti innovativi che stanno partendo in ambito telco. 
Competenza e capacità di integrarsi in un team di lavoro già consolidato sono certamente le sue doti caratterizzanti.

Quale sarà il ruolo della tecnologia, a suo parere, tra dieci anni?
Sarà sempre più integrata all’uomo. Pensiamo, ad esempio, al legame stretto che si sta stabilendo tra sport e tecnologia.
La wearable technology ha un fascino incredibile: ti permette di conoscere meglio il tuo corpo e di usare questa consapevolezza in un processo di miglioramento continuo.
Credo che l’apprendimento in rete sia il grande protagonista del futuro che ci attende.
L’uomo avrà sempre voglia di sfidarsi e proprio in questa peculiarità si racchiude una sua grande qualità.
 

Intervista di Angela Laurino, giugno 2017