Davide Mancini

Davide Mancini
Network Engineer

Da bambino ero affascinato dalle sale giochi e mi chiedevo come fosse possibile creare quelle immagini in movimento, così mi spiegarono che erano il risultato di equazioni matematiche, scritte in chiave binaria di uno e zeri, in grado di renderle comprensibili ad un computer.

Mi appassionava il mondo dei computer e così intrapresi l’ITIS come perito informatico. Era proprio in quegli anni che qualcosa nell’aria cominciava a cambiare. Dopo tanti anni di MS-DOS e Windows si iniziava a parlare di modem 14.4k, poi 28.8k e infine 56.6k per poter accedere a quelle che allora venivano chiamate “librerie” . Ai tempi si usavano ancora il computer Mosaic prima e Netscape ed Explorer dopo. Ma cosa stava veramente succedendo? Qualcosa che avrebbe cambiato per sempre le nostre vite.

Oggi sono passati 20 anni dal lancio in Italia di Windows 95, dal plug&plug e dall’utilizzo dei protocolli ppp e slip. Oggi come allora mi sento ancora affascinato ma più consapevole che questa immane tecnologia, che viene identificata dalla parola “Networking”, sia in grado di racchiudere la nostra civiltà, tanto da farci sembrare un’eternità 80ms raggruppati da una serie di 0 e di 1 racchiusi in un protocollo chiamato icmp...